Consorzio per la salvaguardia dei castelli storici del Friuli Venezia Giulia
Motore di ricerca
×

Castello di Gemona

Castello di Gemona, la torre in fase di restauro (2003).
Castello di Gemona, la torre in fase di restauro (2003).
Sicuramente già abitata nell'antichità, Gemona fu sede di arimannia in epoca langobarda e come tale è ricordata nel 611. Citata in un documento di Ottone III del 1001, a partire dal XII secolo la cittadina si sviluppò rapidamente ai piedi del castello, grazie anche alla posizione estremamente interessante per i commerci e i rapporti con i paesi nordici. Nel corso della storia, Gemona dovette subire numerosi attacchi e si trovò più volte al centro d'importanti imprese belliche, soprattutto contro la vicina cittadina rivale Venzone. Con il terremoto del 1511 il castello rovinò e con parte delle sue pietre venne costruito il nuovo palazzo comunale. Come l'intera cittadina, la rocca (qui in una foto dell'inizio del Novecento) soffrì gravissimi danni a causa dei terremoti del 1976.
Oltre al castello, l'abitato offre numerosi monumenti e testimonianze d'arte di grande interesse; tra questi il palazzo della comunità e il magnifico duomo medievale, sul fronte del quale spiccano l'imponente statua di San Cristoforo e la bella "galleria dell'Epifania".